Restituire all’Europa le sue industrie

Tajani a Roma per partecipare al Dialogo con i cittadini

Si è svolto ieri, 18 marzo, a Roma nella magnifica cornice della Sala della Protomoteca del Campidoglio il terzo appuntamento dell’iniziativa “Dialogo con i cittadini” alla presenza di Antonio Tajani, Vicepresidente della Commissione europea e commissario per l’industria e l’imprenditoria, e del Sindaco di Roma Gianni Alemanno. Veri protagonisti dell’incontro sono stati però cittadini, studenti e titolari di PMI che hanno gestito il dialogo con le loro riflessioni e le loro domande.


Dagli incubatori di start-up e all’imprenditoria giovanile, alla capacità e necessità per le PMI di fare rete, alle seconde possibilità che l’UE vuole riconoscere agli imprenditori over 50 che hanno incontrato difficoltà economiche non per loro negligenza, bensì perché non possono contare su nessun tipo di sostegno da parte degli enti nazionali ed europei.

Il commissario Tajani ha tenuto a sottolineare come per un Paese come l’Italia sia importante puntare sulla qualità e non sulla quantità. L’industria del lusso italiana ha preso piena consapevolezza di ciò : “il lusso non è solo sfilate, modelle e via dicendo ma è un vero e proprio biglietto da visita per l’Italia e per l’Europa”, ha dichiarato Tajani. L’invito dunque a valorizzare quelle attività in cui l’Italia ha un vantaggio “naturale” su altre Nazioni e proteggere di conseguenza il marchio di origine ed il made in che, come è chiaro, “non è una tutela solo per i produttori ma anche per i consumatori perché pone un’argine alla contraffazione che è il business della malavita organizzata”. Un ragionamento che vale anche per un altro settore all’occhiello per l’Italia, il turismo : Tajani ha voluto sottolineare come la politica di rilascio dei visti sia ormai superata e come il suo effetto principale non è combattere la migrazione clandestina ma, ad oggi, essa è un impedimento per i tanti turisti (russi e cinesi in primis) che ogni giorno arrivano in Europa. È questo il problema di cui si è discusso anche nell’ultimo G20 che ha rintracciato nella “politica dei visti un problema economico e non solo di sicurezza”. Il sindaco Alemanno ha però fatto notare come l’UE dovrebbe fare maggiori sforzi per finanziare le attività a tutela dei beni culturali, vero patrimonio di Roma.

Non è mancata occasione di ricordare come ancora oggi l’Unione europea non gode di un posto di rilevanza sui media italiani : trasmissioni in fasce orarie poco popolate, format che allontanano le cariche istituzionali dai cittadini, impediscono lo sviluppo di una coscienza europea.

Aldilà delle molte riflessioni emerse, il dialogo con il commissario Tajani è stato invece un’occasione per sentire vicina l’Unione europea, un evento informale nell’organizzazione e nella dialettica del dialogo : si è parlato in concreto di iniziative, progetti e miglioramenti su cui l’Europa dovrebbe impegnarsi per migliorare la situazione delle tante piccole, medie e grandi imprese che fanno fatica a sopravvivere in tempo di crisi economica ma che non devono sentirsi abbandonate dalle istituzioni.

Cercando #EUdeb8 su Twitter potrai avere una panoramica completa di tutte le questioni affrontate dal commissario Tajani.


reagir   Imprimer   envoyer par mail   Auteurs
Espace réactions ()

Auteurs

Roberta PICCHI

Roberta Picchi, laureata in editoria e giornalismo presso l’università Tor Vergata. Ha collaborato con il webmagazine West, Welfare, Society and Territory. Caporedattrice dell’Eurosblog « L’Europa @ Tor Vergata (...)
  I più letti I più commentati
Da un mese | Da sempre
Ci twittano
Facebook
A un anno dall’istituzione dell’European Cybercrime Centre, ritieni che la criminalità informatica in Europa venga combattuta con strumenti adeguati?

I blog georgafici e tematici del gruppo Euros du Village
FSE: €2,9mld per l'occupazione in Francia
di Vanessa Piacenti
19 novembre 2014

Parte il prossimo 30 novembre una serie di dibattiti aperti tra la Commissione europea e i cittadini sui temi dell’occupazione, della protezione dei cittadini e della sostenibilità. L’obiettivo è quello di rispondere insieme alla domanda: “Che Europa vogliamo nel futuro?”. Tutti possono interagire con i dibattiti su Twitter, utilizzando l’hashtag #dialogocittadini.

Dibattito sul futuro dell’Europa

Politica
Economia
Società e media
Sviluppo sostenibile
Affari interni
Affari esteri
Istituzioni e Bruxelles
Italia
UE 28
L’altra Europa
Mondo
© Groupe Euros du Village 2010 | Note legali | Sito realizzato con SPIP | Relizzazione tecnica e design : Media Animation & Euros du Village France